Attualità

Nelle prossime 48 ore le temperature aumenteranno fino a 10 gradi sul medio Adriatico, ma già nel weekend è previsto un nuovo calo

La circolazione depressionaria sull’Europa orientale mercoledì indirizzerà gli ultimi afflussi di aria gelida sulla nostra Penisola: in queste ore, quindi, il freddo risulta ancora intenso con temperature che in questo inizio di giornata rimangono al di sotto dello zero in molte zone del Paese e valori massimi sempre in generale di qualche grado inferiori alle medie stagionali. La giornata sarà anche caratterizzata da poche residue nevicate fino a quote molto basse sul versante adriatico e ultime piogge tra bassa Calabria e Sicilia orientale.

Fra giovedì e venerdì è la gelida massa d’aria artica verrà rimpiazzata da umide e relativamente più tiepide correnti atlantiche: le temperature quindi risaliranno temporaneamente in gran parte d’Italia con un aumento in 48 ore anche di 10 gradi sul medio Adriatico. Vedremo fasi di pioggia mentre la neve rimarrà in generale confinata alle zone montuose. La tregua dal gelo comunque sarà di breve durata perché nel fine settimana il Paese sarà nuovamente investito da correnti molto fredde di origine artica con un conseguente nuovo calo delle temperature e altre nevicate (specie domenica) fino a quote molto basse.