Attualità

salerno come Mosca. Per l’emergenza neve il Comune compra 200 quintali di sale

Palazzo di Città, vista l’emergenza del 6 e 7 gennaio, mancavano scorte in magazzino: “indispensabile approvvigionamento” con 800 sacchi

In seguito alle nevicate che hanno interessato il territorio cittadino il 6 e il 7 gennaio, l’Ufficio Strade e Fogne, insieme alla Protezione Civile e gruppi di volontariato, sono stati impegnati sulle zone collinari e sul centro città in attività di spargimento sale per il disgelo di ghiaccio formatosi sulle sedi stradali.

Come si legge in una determina dirigenziale del settore impianti e manutenzioni del Comune di Salerno “Atteso il protrarsi delle condizioni di gelo, almeno sino alla prossima settimana, nonché la mancanza di scorte in magazzino, si rende necessario ed indispensabile procedere all’urgente approvvigionamento di 200 quintali di sale, da impiegarsi con manodopera dipendente e mezzi dell’amministrazione. Trattandosi di importo inferiore a euro 40.000,00 è possibile procedere all’affidamento diretto della fornitura”.

Data l’urgenza e la vicinanza territoriale, quindi di facile raggiungibilità con gli automezzi in dotazione, si è proceduto a richiedere alla ditta Cbm Sale Srl di Cologna di Pellezzano l’offerta per la fornitura di un quantitativo di 200 quintali di sale. Una offerta che comprende il prezzo di 0,160 euro al kg., confezionato in sacchi da 25 kg cadauno, il cui costo per la fornitura di 800 sacchi ammonta a un totale di 3.904 euro.