Attualità

SALERNO: da luglio a gennaio ben 20mila col sistema “Street Control”.

Sono 20015 i verbali elevati in poco più di 5 mesi. Lo “street control” a Salerno funziona. Da quando è andato in vigore le multe sono aumentate in maniera corposa e hanno rimpinguato le casse comunali. Lo street control è un’arma che non perdona contro i furbetti del parcheggio e non solo.

street-control

Lo “street control”, inoltre non rileva soltanto le infrazioni legate al divieto di sosta ma anche la sosta sulle strisce pedonali e in aree riservate ai bus e ai disabili, oltrechè la fermata dei veicoli in zone vietate dall’apposita segnaletica. Un ampio monitoraggio di questo tipo di infrazioni ma anche controlli capillari su revisione ed assicurazione delle automobili. In pratica, il sistema, che rileva il veicolo, è in grado di verificarne anche il regolare possesso del certificato assicurativo in corso di validità e la conformità della revisione dello stesso.

 

Una manna dal cielo anche per i vigili urbani, che spesso, si trovano costretti a fronteggiare automobilisti focosi ma disposti a far valere le proprie ragioni in ogni caso e ad ogni modo. Il nuovo sistema di monitoraggio e controllo, che sta riscuotendo consensi da una parte, e vibranti proteste dall’altra, è inoltre in grado di attenzionare tutte le vetture segnalate ed inserite in una black list perché risultanti rubate o non in regola.

Su oltre 20mila multe, si può stabilire una media di 4400 sanzioni al mese che partono da una base di 28 euro ciascuna. C’è anche chi prova ad opporsi, facendo ricorso, ma il numero è decisamente esiguo e quindi di scarsa valutazione. Basti pensare che i ricorsi sono fissati a 286 di cui a 92 sono state confermate le multe e 194 archiviati.

In questo caso, però, come ci tengono a precisare dagli uffici del comando, non si tratta di un cattivo funzionamento dello “street control” ma piuttosto di errori di trascrizione o di duplicazione di verbali già pagati in precedenza, oppure.