Politica

De Luca a muso duro: <>

Il governatore De Luca interviene sulla vicenda che ha coinvolto il sindaco di Roma Virginia Raggi e di riflesso il Movimento di Grilo.

“E’ una vicenda imbarazzante per l’Italia e per il Movimento 5 Stelle – ha commentato nel consueto appuntamento del venerdì su Lira Tv – Non sono interessato a richiamare la vicenda giudiziaria della Raggi, ma immaginare che la capitale d’Italia sia nelle mani di un sindaco totalmente inadeguato, è una cosa che dà veramente i brividi. Il vero problema è la sua incapacità amministrativa, il suo dilettantismo ed il fatto che Roma sia allo sbando e senza governo da mesi. Questo ci conferma che le chiacchiere restano chiacchiere e le parole restano parole”.

“Il Movimento 5 Stelle si è presentato come l’emblema della trasparenza nel dibattito pubblico, ma è diventato una specie di setta satanica – ha incalzato il governatore della Campania – Non si capisce dove si discute, chi parla, dove c’è confronto, dov’è un minimo di vita democratica. Tutti gli esponenti vengono trattati da burattini. C’è uno che si sveglia la mattina e dice: Nessuno parli. E tutti zitti. Non avevano poi detto che tutto doveva essere in rete, tutto in streaming? Adesso tutto oscurato. Nel Movimento convivono un elettorato progressista e uno reazionario. E le due cose insieme non possono durare. E’ destinato a esplodere o implodere, comunque a disgregarsi, Un’eventuale responsabilità di governo porterebbe il movimento a esplodere” ha concluso.