Attualità Sociale

Alessandria: bimba violentata, arriva la prescrizione. Giudice chiede scusa

Alla conclusione del primo grado ci sono voluti 10 anni. Il procedimento è rimasto bloccato dal 2007 in Corte dʼappello. Lunedì è arrivata la sentenza che decreta la prescrizione del reato.

Venti anni per un processo che doveva stabilire se una bimba di sette anni aveva subito violenza da parte del compagno della madre. Venti anni di dolore, rabbia e speranza di giustizia.

Quella speranza è stata persa per sempre dopo che lunedì mattina è stata emessa la sentenza che decretava la prescrizione del reato. “Questo è un caso in cui bisogna chiedere scusa al popolo italiano“, sono state le parole della giudice della Corte d’appello, Paola Dezani. Mentre il presidente del Tribunale ha così commentato il fatto: “Vittima violentata due volte”.

Come dicevamo, venti anni fa un uomo ha abusato sessualmente della figlia della sua convivente. l’individuo è stato ritenuto colpevole e condannato a 12 anni di carcere dal tribunale di Alessandria. All’epoca dei fatti la bambina aveva sette anni, oggi ne ha 27. La madre era solita lasciare la piccola al compagno per recarsi al lavoro e, proprio durante queste assenze, si consumarono le terribili violenze. La bambina, un giorno, fu trovata da sola in strada in stato confusionale e, una volta arrivata in ospedale, le furono scoperte ferite e segni inequivocabili e riconducibili a ripetute violenze sessuali e maltrattamenti.