Amici Animali

Cecina (FI): gli animali al mattatoio si lamentano troppo. Protestano i residenti

Alla gente del posto piace mangiare carne ma non ascoltare la sofferenza e le urla di dolore e terrore che nasconde: a Cecina i residenti si lamentano per i suoni che provengono dal vicino mattatoio. Lo riporta il quotidiano “La Nazione”.

Lamenti e gemiti dal venerdì al lunedì mattina. Infastidiscono gli abitanti del quartiere, assieme al ritardo nel provvedimento di trasferimento del macello lontano dal centro abitato, dove occhio non vede e cuore non duole.

I residenti, spiega ancora la testata, “durante i weekend sono costretti a convivere con i “pianti” del bestiame” detenuto al mattatoio comunale, che dovrebbe essere trasferito (ma non si sa quando) all’interno dei magazzini Conad sulla via Emilia.

LaNazione tiene a precisare, comunque, di non stare scrivendo ” in merito al maltrattamento degli animali, anche perché alle autorità non risultano situazioni di tal genere considerando che ad ogni processo di lavorazione è presente un veterinario della Asl” (sic). Ma i residenti vogliono dormire “sonni tranquilli” durante il fine settimana, e il mattatoio – e le sue bestie lamentose – devono essere spostati altrove. Lontano dagli occhi, dalle orecchie, dalla coscienza.