Attualità

LODI, Mario Cattaneo: “Ho difeso i miei, mi fido dello Stato”

Parla il ristoratore di Casaletto Lodigiano che ha sparato al ladro: “Il colpo è partito mentre cadevo a terra nella colluttazione. Ora non riesco a chiudere occhio”.

MARIO Cattaneo ha riaperto il suo locale ieri mattina intorno alle 8. Ha chiesto di tornare subito tra i fornelli, ma è ancora visibilmente scosso il ristoratore 67enne, titolare del bar-ristorante ‘Osteria dei Amis’ di Gugnano, piccola frazione di Casaletto lodigiano, in provincia di Lodi, che nella notte tra giovedì e venerdì ha ucciso con un colpo di fucile alla schiena un ladro, un romeno di 28 anni, che aveva fatto irruzione nel suo locale con tre complici per rubare qualche stecca di sigaretta.

Sul braccio destro ha un evidente ematoma, tre costole rotte ed escoriazioni alla gamba, i segni della violenta colluttazione con uno dei malviventi. Il paese è con lui, ma la dinamica è ancora tutta da chiarire e il ristoratore è accusato di omicidio volontario, in attesa di scoprire l’esito dell’autopsia che si terrà stamattina sul corpo della vittima trovato a un centinaio di metri dal locale dove è accaduta la tragedia.