Attualità

PORTO DI SALERNO: blitz della Finanza. Trovati 110 chili di cocaina

Centodieci chili di cocaina purissima. La Guardia di Finanza li ha sequestrati ieri pomeriggio nel porto commerciale di Salerno, nascosti in un container che doveva trasportare banane e che in pancia aveva invece più di un quintale di “polvere bianca”. La nave cargo arrivava dalla Colombia, aveva fatto sosta in altri porti europei ed è infine approdata a Salerno, da dove il carico di stupefacente avrebbe dovuto proseguire il suo viaggio con una staffetta su gomma fino in Sicilia. Il percorso era però monitorato dai finanzieri di Catania, impegnati da mesi in un’indagine sui traffici delle cosche siciliane. Ieri pomeriggio sono intervenuti chiedendo l’appoggio logistico dei colleghi salernitani, dopo che era stato chiaro il cambio di programma nella rotta originaria che doveva portare la cocaina via mare fino in Sicilia. Una modifica legata alla soppressione di una tratta, che ha imposto ai trafficanti di mutare i piani e fermarsi nello scalo più vicino tra quelli previsti dalle rotte di navigazione. Qui hanno trovato decine di finanzieri, che hanno bloccato il container mentre in contemporanea scattavano in altre parti d’Italia gli arresti di destinatari e complici.

Non risultano connivenze salernitane, ma non è la prima volta che il porto di via Ligea viene scelto come tappa intermedia per il traffico internazionale di stupefacenti.