Attualità

Rapina choc a Capaccio: dammi i soldi o taglio la testa a tuo figlio di tre mesi

Paura e incredulità. Cosi stamane si è risvegliata Capaccio dopo l’ennesimo furto nella notte ai danni di un abitazione. Questa volta a far più rumore è che i malviventi hanno usato un bimbo di tre mesi come ricatto per farsi dare soldi, gioielli e tanto altro ancora. Il fatto è accaduto intorno alle 3 della scorsa notte quando quattro criminali si sarebbero introdotti nell’azienda agricola di un cittadino indiano in via Rettifilo a Capaccio, armati di pistola, portando via contanti, telefoni, tv, gioielli e perfino l’auto. Il furto è avvenuto nell’abitazione limitrofa dove l’uomo vive con la moglie e il figlio di appena 3 mesi.

 I ladri avrebbero usato proprio il bimbo come ostaggio, prelevandolo dalla culla e puntandogli un coltello al collo e urlando ai genitori: “datemi i soldi o gli taglio la testa“. E cosi marito e moglie hanno consegnato tutto ai malfattori per un totale di 15mila euro di refurtiva. Intanto sull’episodio indagano i carabinieri della compagnia di Agropoli, monitorando anche le immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza della struttura.