Attualità

SALERNO: Abusi sui figli, viene assolto dopo 5 anni. Per i giudici “Il fatto non sussiste”.

Per più di cinque anni i giudici gli hanno impedito di vedere i suoi bambini. Per cinque anni sono stati strappati all’affetto del papà il quale non ha potuto giocare con loro, non li ha seguiti nelle diverse tappe della crescita, non ha potuto avere alcun tipo di rapporto. E questo perché era stato accusato dalla sua ex moglie di aver avuto comportamenti ambigui con i suoi due piccoli. Dopo cinque anni di udienze, lunghe, pesanti e dolorose, per un imprenditore salernitano di 46 anni, è arrivata la sentenza di assoluzione piena e la speranza di poter recuperare il rapporto con i suoi figli, anche con l’aiuto dei psicologi.

A decretare la fine dell’incubo per un padre al quale mai nessuno aveva creduto, è stato il collegio della prima sezione penale del tribunale di Salerno, presieduto a Gabriella Passaro e composto da Giandomenico D’Agostiono ed Edwige Crisci. Secondo i giudici, le accuse sono risultate essere tutte infondate.
Secondo quanto è emerso nel corso del dibattimento, e anche dalla relazione del perito del tribunale, i piccini potrebbero essere stati vittima della sindrome dell’alienazione genitoriale da parte della mamma. Il termine Pas non viene mai esplicitamente indicato nella relazione del professore Capri il quale, però, spesso ricorre a questo tipo di dinamiche nel dare spiegazione a certi comportamenti e nell’analizzare i fatti.