Attualità

SALERNO,DUE ANZIANI TROVATI MORTI VITTIME DELLA SOLITUDINE

Due tragedie della solitudine, due corpi ritrovati dopo giorni, a distanza di qualche ora l’uno dall’altro. È accaduto in centro, sul Corso. Ed è accaduto in via Paolo Vocca. Entrambi avevano settant’anni e vivevano da soli. Il corpo senza vita di Donato Villecco è stato ritrovato poco dopo le 15. Da quando era andato in pensione, trascorreva le sue giornate a fare quattro chiacchiere davanti ai bar del Corso, sotto casa sua, oppure con i commercianti della zona e con qualche vecchio amico. Impegnava così le sue giornate non avendo altri impegni neanche di natura familiare. Ma, poiché da giorni nessuno lo aveva visto in giro, qualcuno dei suoi conoscenti si è preoccupato e ha provato a fargli un colpo di telefono ed anche una citofonata. Con esito negativo. Qualcuno ha immaginato che potesse aver avuto un malore, lui che soffriva di diverse patologie ed era anche diabetico, ma mai nessuno poteva immaginare che in quell’appartamento al primo piano dell’ultimo palazzo prima di piazza Portanova, si fosse consumata una tragedia della solitudine. L’ennesima. Che quell’uomo, appena settantenne, Donato Villecco, fosse morto così tra il fracasso della musica e dei ragazzi pieni di vita che solitamente il sabato sera affollano i bar nei pressi della sua abitazione. Invece, quando i vigili del fuoco, hanno forzato la porta del suo appartamento lo hanno ritrovato riverso a terra, morto. E il suo corpo era anche in stato di decomposizione. Così anche l’intervento dell’ambulanza del Vopi si è rivelato del tutto inutile, purtroppo.L’altro ancora non l’hanno identificato.