Politica

BELLIZZI: Città Possibile, dalle parole ai fatti (di Nicola Pellegrino capogruppo consiliare)

Scuola, consorzio, cimitero.

Nel Consiglio Comunale scorso abbiamo assistito a delle scenate patetiche e fuori luogo, dove si guarda al dito e non alla luna. Per chi siede in Consiglio Comunale, anche da qualche anno, ed ha votato contro agli argomenti proposti da Città Possibile, ha perso l’ennesima occasione per mostrare il proprio interesse per migliorare la propria comunità e dimostrare il proprio disinteresse a qualsivoglia speculazione. Ce ne faremo una ragione. Forse qualcuno, o più di qualcuno, non legge le carte e le proposte deliberative, con pregiudizi, a prescindere.  Dall’inizio dell’anno l’amministrazione è stata molto attiva e penso che la città sia soddisfatta del lavoro svolto, nonostante le ingiurie ricevute dalla minoranza.

Si è dato il via definitivo alla progettazione e realizzazione del nuovo cimitero, un opera di circa 8 milioni di euro a carico dei privati e che nessun Comune, visti i tempi che corrono, può affrontare da solo. In tempi brevi sarà demolito l’ex Consorzio Agrario, con la creazione temporanea di una vasta area di parcheggio, in attesa della realizzazione della nuova piazza pubblica. Sono opere complesse, sia per la burocrazia che per le fonti di finanziamento.  Hanno i loro tempi, ma siamo determinati a portarle a termine.

Poi ci sono quelle opere e servizi “che non si vedono” e mi riferisco in particolar modo alle scuole e a quel ruota attorno al “diritto allo studio”. Va detto che l’assessore Fabiana Siani sta svolgendo un lavoro importante, in un ammirevole silenzio. Una delle migliori e più economiche mense della Provincia; un trasporto scolastico efficiente e puntuale, oltre che gratuito; gli ottimi rapporti tra l’istituzione scolastica e quella comunale. Non sono cose da poco conto e sfido chiunque a smentirmi. 16406895_2176739079218472_775686919713782058_nLa Siani ha seguito costantemente le opere e i lavori in materia di edilizia scolastica. Nel mentre si chiacchiera a vuoto sono andate a compimento gli adeguamenti strutturali e funzionali del plesso scolastico “Gaurico. Queste opere hanno consentito il recupero di spazi per le attività scolastiche, quali un nuovo teatro/auditorium e diversi laboratori, oltre ad una serie di adeguamenti di moderna concezione, come il servizio antincendio ad ogni piano del plesso. Abbiamo recuperato tutto il piano terra, realizzando spazi che potranno essere sfruttati anche per attività extracurriculari. In buona sostanza l’istituto sarà più sicuro e più facilmente accessibile. I lavori sono stati avviati grazie ai finanziamenti regionali dopo l’approvazione da parte della Giunta Comunale bellizzese. Oltre al recupero di spazi abbandonati, i lavori hanno riguardato la totale messa in sicurezza del plesso, l’abbattimento delle barriere architettoniche con realizzazione di una nuova rampa d’accesso all’ingresso principale. L’intervento, durato circa un anno e mezzo, è costato complessivamente 736mila euro ed è stato svolto su una superficie complessiva di 700 metri quadrati recuperando un intero piano dell’istituto che negli anni era andato in disuso. Non da meno l’impianto antincendio, di ultima generazione con l’augurio che non si debba mai usare, ovviamente. Il percorso è stato lungo, con le risorse che ci sono state messe a disposizione abbiamo davvero fatto il massimo. Le nuove aule, grazie ad un grande lavoro di sinergia e collaborazione con la dirigente scolastica, serviranno a sviluppare ed accogliere anche percorsi extra didattici.

Dalla volgarità dei proclami vuoti e inconsistenti noi facciamo seguire i Fatti.

Per concludere: non credo che amministrazione Volpe sia perfetta (solo Dio lo è), però mi chiedo se sia questo il modo di fare opposizione: mai una proposta o una collaborazione. Solo un continuo fiume di bugie e infamie per gettare ombre sulla nostra attività amministrativa!

Noi sbagliamo e sbaglieremo, questo è certo, ma la cattiva fede è un’altra cosa! Se davvero vi stesse a cuore Bellizzi sareste propositivi, piuttosto che continuamente dediti alla menzogna.

Chiacchiere da marciapiede a parte, Bellizzi sta cambiando volto rispondendo alle esigenze di una realtà dinamica ed in costante crescita.  Certamente non avremo paura e certamente non ci fermeremo, le elezioni sono nel 2019 e noi vogliamo fare ancora tanto per la nostra città!