Attualità

BELLIZZI: e i funerali: ma siamo tutti uguali almeno davanti alla morte?

Via Roma è di tutti o solo di qualcuno?

Ci è capito di assistere, nostro malgrado, ad alcuni funerali negli ultimi tempi. Ad uno di questi, quello del giovane Pietro Esposito, la Polizia Municipale intimò agli operatori di non attraversare via Roma per raggiungere la chiesa. Anche con toni piuttosto accesi. Non è dato sapere se esisteva (o esiste) un ordinanza a tal proposito e il perché di quella disposizione. Va detto che il tratto interessato era di poche decine di metri dove la strada non è nemmeno interessata dallo spartitraffico

Nella mattina dello stesso giorno un altro funerale, invece, ha attraversato normalmente Via Roma.

Qualche giorno fa, su via Roma direzione Battipaglia, un funerale ha impegnato l’unica corsia fino al raggiungimento della chiesa. Allora? Come funziona la cosa? C’è o non c’è questa ordinanza (o regolamento) che vieta ai funerali di utilizzare Via Roma, poiché, a ben vedere sembra di no.

Senza voler creare inutili polemiche ma c’è qualcosa che non va. Con questa nostra nota non si vuol difendere nessuno, né vivi e né morti, tanto più che, come diceva “A’ livella”” del mitico Totò: <<…Muorto si’tu e muorto so’ pur’io; ognuno comme a ‘na’ato é tale e quale>>.

Perla di saggezza che Bellizzi non può non ascoltare, tanto più che prima o poi toccherà a tutti. (anche se vi state toccando le parti intime…)