Attualità

BELLIZZI: la minoranza a muso duro contro l’amministrazione Volpe

  • TASSE, TRIBUTI, BILANCIO , IL PARERE DELLA MINORANZA:

Dall’opposizione giungono critiche in merito ai tributi locali che martellano la cittadinanza. Angelo Maddalo sostiene: <<Una Giunta che, pur di far quadrare un bilancio fantasioso, sta infierendo sui cittadini con l’aumento delle aliquote e caricando le spese degli espropri non pagati dal sindaco Volpe. Consideriamo inadeguato (e per questo votammo contro) l’approvazione del “Regolamento per la riscossione coattiva” che darà a privati la possibilità dell’incasso delle bollette, anche con mezzi poco flessibili nei confronti di un utenza che sta attraversando un periodo economicamente triste. Purtroppo i contribuenti vedranno lievitare le bollette e su Tasi e Imu nulla di nuovo: restano tariffe al massimo per un altro anno, mentre il bilancio non è attendibile perché si notano troppe discrepanze e voci incerte. Inoltre altro salasso lo si vedrà sulle nuove regole in materia di rateizzazioni. La situazione è disastrosa ma la maggioranza finge che tutto va bene e che Bellizzi non ha problematiche. La realtà è ben altra: si modificano tariffe in maniera altalenante a seconda della convenienza politica. Infatti hanno leggermente modificato le tariffe agli imprenditori per distogliere l’attenzione, visto che in città regna il caos su rifiuti e con una viabilità che castiga il commercio. E’ quindi sconcertante il quadro che giunge attualmente dal Comune dove la maggioranza pensa ad altre faccende mentre la città vive di disservizi, debiti e pressioni fiscali. Ancora prelievi per anticipazione di cassa presso la tesoreria comunale e sperpero di denaro pubblico, tutte azioni che graveranno sulla testa dei cittadini con Interessi annui enormi. Blaterano finte riduzioni mentre invece aumentano sui nuclei familiari le imposte già al massimo, Bellizzi è stanca, non sopporta più questo gruppo di incapaci che snobbano continuamente il popolo.>> download

  • PROBLEMA VIABILITA’ LA MINORANZA RICHIEDE CONSIGLIO COMUNALE AD HOC

Non si placano, ne i disagi ne le polemiche, sulla viabilità che da circa tre anni caratterizza Bellizzi. Sulla questione è stato chiesto, dalla minoranza, oltre un incontro con il Prefetto, anche una proposta di deliberazione in un Consiglio Comunale specifico, richiesto dai consiglieri d’opposizione, nel quale allegherà le 2000 firme raccolte con una petizione. Nel frattempo la minoranza non sta a guardare: continue manifestazione di dissenso e di forte impatto hanno caratterizzato in questo ultimo periodo la centralissima via Roma, dove gazebi e manifesti “sarcastici” ad oggetto sicurezza ambiente e commercio hanno attirato l’attenzione della cittadinanza. “Tale viabilità, così come impostata, rappresentano la pietra tombale per il commercio a Bellizzi, sia come intralcio e sia come inquinamento ed i residenti pagano lo scotto di una superficialità amministrativa, in attesa di risposte alle tante promesse da campagna elettorale. Ma, come se non bastasse, ci fanno rischiare la vita perché al di là delle normative che infrangono, è palese il pericolo che siamo costretti a subire perché un qualunque mezzo in emergenza ha serissime difficoltà nel giungere a destinazione visto che si è raddoppiato il tempo di percorrenza, credo sia davvero il caso di unirsi per difendere i diritti della popolazione e soprattutto il diritto alla vita!

  • TRE MESI DALL’INAUGURAZIONE MA IL CAMPO SPORTIVO GIA’ DECADE.

STRUTTURA NUOVA? A VEDERLA COSI’ NON SI DIREBBE! Siamo ad un nuovo capitolo del libro dal titolo “incompetenza e arroganza”. Una struttura nuova può, a tre mesi dall’inaugurazione, avere una pista d’atletica in condizioni disastrose? Di certo questa struttura, fin dall’aggiudica dell’appalto ha visto solo problemi, incompetenza e superficialità. Basta pensare al parcheggio che franò, alle tribune fatte male, spogliatoi insufficienti e ricchi di difformità; denaro pubblico per incaricare la municipalizzata di fare manutenzioni che, per contratto, spettano alla ditta esecutrice dei lavori. Non dimentichiamo che per incuria furono saccheggiati i cavi dell’elettricità; per non parlare dei disagi enormi creati alle società sportive locali che, dopo tanti anni, vedono negarsi la struttura priva di vere omologazioni! E’ un’indecenza oltre che un’offesa alla cittadinanza vedere un impianto, costato oltre un milione di euro, presentarsi come un campo invecchiato all’improvviso in pochissimi mesi, sinonimo di lavori fatti male ed in fretta. Ma la minoranza non tace davanti a tali scempi: abbiamo tempestato gli uffici con atti di richiesta chiarimenti visto che notiamo enormi discrepanza tra quello che si scrive su delibere e determine e quello che si vede mettere in pratica. Bellizzi merita controllo e attenzione cosa che facciamo meticolosamente smascherando da tre anni le furbate di chi oggi disamministra questa comunità. L’opposizione ha il compito di controllare e di denunciare. Ed è quel che stiamo facendo, con tutte le difficoltà facilmente immaginabili.