Amici Animali

CAPACCIO: muso e zampe legati, MORTO annegato. Ecco cos’ha restituito il mare

Ecco cos’ha restituito il mare di Paestum nei scorsi giorni: il corpo senza vita e gonfio d’acqua di un cane legati alle zampe anteriori e posteriori e al muso.

La notizia è stata inizialmente diffusa sui social network da un testimone. L’animale è stato ritrovato sulla battigia tra Agropoli e Capaccio da un uomo che faceva jogging e che si è trovato di fronte al raccapricciante spettacolo.

Questa persona è rimasta senza parole e ha poi fotografato la scena per diffonderla e mettere il pubblico al corrente, grazie ai social network, di quanto accaduto.

A giudicare dalle condizioni dei poveri resti, il cane era morto da diversi giorni poiché si presentava in avanzato stato di putrefazione. Ha senso pensare che fosse ovviamente ancora vivo quando una o più persone gli hanno prima legato il muso con un cappio, e poi le zampe. Infine l’animale indifeso è stato gettato in mare, dove non ha avuto alcuna possibilità di salvarsi.

Non è chiaro se il corpo sia stato prelevato, né se sia stato o sarà sottoposto a necroscopia, né se qualcuno sia stato incaricato di indagare in merito a quest’ennesimo scempio tricolore.