Attualità

CAMPAGNA (SA). OGGI I FUNERALI DI GIANLUCA CAVALIERE. LA SUA MORTE RIMANE AVVOLTA DA UN MISTERO,INQUIRENTI SCOVANO SU FACEBOOK

Oggi pomeriggio nella chiesa Madonna del Ponte si svolgeranno i funerali di Gianluca Cavaliere il giovane di 20 anni morto l’altro ieri all’università di Salerno a Fisciano dopo essere caduto (o lanciatosi) da una rampa di scale della biblioteca dell’ateneo davanti agli occhi attoniti di tantissimi universitari nel primo pomeriggio.La versione del suicidio convince fino ad un certo punto.Nuovi e inquietanti spunti emergono da questa vicenda per la quale la procura di Nocera inferiore ha aperto un fscicolo.L’inchiesta della Procura di Nocera Inferiore stabilirà se dietro il suicidio di Gianluca ci sia un gruppo di istigatori anche alla luce di frasi e foto pubblicate su Facebook.Gli inquirenti avrebbero posto l’attenzione su alcuni telefonini cellulari e profili Facebook di persone che subito dopo la tragedia hanno fotografato il corpo senza vita del ragazzo  (e lo hanno diffuso in rete) e commentato l’insano gesto dello studente di Ingegneria Informatica.I carabinieri della Compagnia di Mercato San Severino indagano acne su alcuni commenti di studenti i quali non hanno esitato, sempre sui profili social, ad affermare che «bisogna prendere esempio da persone così».Una frase che ha colpito gli inquirenti e per questo motivo si cerca di capire se si può configurare l’ipotesi di reato di istigazione al suicidio (non solo per il giovane di Campagna ma anche per far colpo su altri ragazzi fragili).Lo si può fare solo attraverso un certosino lavoro con il supporto della Polizia Postale, specializzata in questo genere di indagini, ma allo stesso tempo si cerca di capire se sullo smartphone della vittima possa esserci qualche indizio, come sugli apparecchi cellulari degli amici che erano con lui al momento della tragedia.Poi c’è il capitolo foto, che riprendevano il ragazzo morto dopo il volo, per le quali non sono mancati commenti del tipo: «Non si vede bene, se qualcuno ne ha una migliore la può postare?». Anche in questo caso gli inquirenti voglio vederci chiaro per capire se immagini e commenti arrivino dallo stesso gruppo di persone.Le indagini vanno in diverse direzioni: stabilire le cause del suicidio, se qualcuno o qualcosa ha spinto il giovane a togliersi la vita e la pubblicazione della foto del ragazzo agonizzante.Il ragazzo, iscritto al primo anno di ingegneria informatica, era uscito dal gruppo WhatsApp che condivideva con gli amici. Poche ore prima di morire, aveva salutato i suoi amici di Facoltà. Gianluca aveva lasciato un messaggio criptico:  «Lascio il gruppo, ma non vi abbandono. Ora non vi posso spiegare il motivo». Pochi minuti dopo, Gianluca si sarebbe gettato (o caduto) nel vuoto dal quarto piano nella biblioteca scientifica dell’Università di Salerno. Lo studente è morto sul colpo.Se è stato un suicidio si tratterebbe di un gesto estremo di Gianluca e sarebbe stato determinato dalle difficoltà di esprimersi in pubblico con amici e prof a causa della dislessia Ma non si escludono anche altre ipotesi.  S’indaga anche sulle foto della morte postate sui social ed arrivate anche al fratello di Gianluca. Qualcuno dei presenti ha filmato, e pubblicato su facebook, la foto del ragazzo agonizzante, una manifestazione di barbarie che ha prodotto un coro di sdegno e di condanna.La stessa madre della vittima, quando è giunta al campus straziata dal dolore , ha denunciato la brutalità di quelle immagini, ne ha chiesto la cancellazione, ha invocato rispetto. E sebbene la fotografia sia poi stata rimossa dai social, l’identità di chi l’ha diffusa potrebbe essere acclarata e la vicenda potrebbe avere strascichi giudiziari. È anche su questo aspetto, oltre che sulla dinamica dell’incidente, che indagano infatti i carabinieri.Gli inquirenti hanno raccolto anche le testimonianze di due giovani, visibilmente sotto choc, che hanno assistito ai momenti della tragedia. Ed è proprio dai loro racconti che si sarebbe rafforzata l’ipotesi del suicidio.Oggi pomeriggio alle 14.30, nella chiesa della Madonna del Ponte si terrà la cerimonia funebre dove risiede la famiglia del giovane.