Attualità

Salerno e i migranti a Fuorni. Cresce la preoccupazione dei residenti

Per molti la situazione è ormai ingestibile. Quasi certo che l’hub di via dei Carrari sarà chiuso nelle prossime 48 ore. «Quanto dovranno rimanere qui queste persone ?». È quello che chiedono i residenti di Fuorni.

Da circa venti giorni, nell’edificio che ospitava gli uffici di Equitalia, a Fuorni, risiede un gruppo di migranti, uomini, donne e tanti bambini di diverse etnie e nazionalità, tutti nuclei familiari, in attesa, di essere collocati nelle destinazioni previste dal protocollo. Non è difficile scorgere attimi della loro giornata, in giardino le mamme sorvegliano con occhio attento i piccoli che corrono e giocano, gli uomini parlano tra di loro, c’è qualche volontario che chiede una mano per trasportare le bottiglie con l’acqua ed altri generi alimentari.
L’attenzione non deve essere focalizzata sul fatto che i migranti possano dare fastidio o meno, piuttosto il fatto che probabilmente ci sarebbe bisogno di qualche controllo da parte delle forze dell’ordine intorno alla struttura. L’edificio ex Equitalia, è facilmente accessibile a tutti anche se, il cancello della struttura è sempre chiuso.

Dopo la partenza di 150 migranti domenica in tarda serata alla volta di Milano, ieri è toccato ad altri 177 lasciare la struttura salernitana per raggiungere le rispettive destinazioni previste dal Piano Nazionale di riparto.