Attualità

TORINO: neonato abbandonato in strada. Confessa la madre: “Gettato dal balcone”

Neonato abbandonato in strada nel torinese, confessa la madre: “Gettato dal balcone”
La donna, un’italiana di 34 anni, è stata sottoposta a fermo. Il piccolo era stato ritrovato in strada da un passante. Inutile la corsa in ospedale, dove il neonato è morto poco dopo.

Ha partorito il bambino, poi lo avrebbe gettato dal balcone e lo ha lasciato agonizzante sull’asfalto a Settimo Torinese. Ha confessato la donna italiana di 34 anni fermata nell’ambito delle indagini sulla morte del piccolo, deceduto poche ore dopo essere stato trasportato in ospedale a Torino. Sottoposta a fermo dai carabinieri della compagnia di Chivasso, la donna è ritenuta colpevole dalla procura di Ivrea di omicidio aggravato.

Al momento non sono emerse responsabilità da parte di altre persone, fanno sapere gli investigatori. L’ipotesi più probabile è che la donna abbia gettato il figlio dal balcone.

Alcuni testimoni hanno detto agli investigatori di avere visto il neonato precipitare dal balcone. Altri hanno raccontato di avere chiesto alla donna, qualche giorno prima, se fosse nuovamente incinta. Lei aveva risposto seccamente di no.

Già nel pomeriggio di ieri, i carabinieri avevano iniziato a controllare la zona, ascoltando anche diversi testimoni, per cercare di risalire all’identità della madre. Il piccolo era stato ritrovato da un passante in via Turati, di fronte ai balconi del civico numero 2, proprio dove abita la 34enne. Inutile la corsa all’ospedale pediatrico Regina Margherita di Torino, dove il neonato è morto poco dopo. I militari avevano poi effettuato un controllo in uno degli appartamenti, all’interno del quale gli uomini della scientifica avevano fatto alcuni accertamenti.

La donna è già madre di una bambina, che è stata affidata al nonno paterno il quale sostiene di essere stato all’oscuro della gravidanza della figlia. Interrogata dagli inquirenti, la donna ha prima negato ogni addebito, poi nella notte è crollata e ha confessato.