Politica

Legge elettorale: secondo De Luca il Parlamento ha fatto grande figuraccia

Quanto si è verificato ieri nel corso della discussione sulla legge elettorale, per il governatore della Campania, Vincenzo de Luca, è “un’altra grande figuraccia che il Parlamento ha fatto davanti agli italiani”. “È l’Italia, c’è l’Italia – ha detto nel corso della trasmissione in onda su LiraTv – quando, tempo fa, ho sentito dire che si voleva applicare il modello tedesco mi è venuto spontaneo un sorriso. Un modello tedesco in Italia…dobbiamo essere molto attenti, parliamo di mondi completamente diversi”.

Se, per De Luca, in Germania vince la correttezza istituzionale, in Italia invece “c’è l’abitudine storica alla rissa, alla frantumazione perpetua”. Ieri, per De Luca, è stata messa in atto “un’altra prova deprimente del mondo politico, una cosa pesante di fronte alla quale passa la voglia di interessarti di cose politiche”.

“Dobbiamo avere un punto fermo – dice – perché la propensione alla rissa è quasi genetica, dovremmo avere l’obiettivo di una legge elettorale che tuteli pienamente la rappresentanza politica ma abbia anche la capacità di farci avere un governo dopo le elezioni”. Per De Luca andava tutelato il ballottaggio “perché la democrazia è fatta anche di educazione alla libertà”.