Attualità

SALERNO: VIOLENTAVA LA FIGLIA DI 6 ANNI DELLA COLLEGA

Violentata dal collega della madre quando aveva 6 anni. Un uomo che oggi ha 54 anni, U.G., agente pubblicitario avrebbe abusato della piccola nel periodo tra il 2007 e il 2012.  Oggi la vittima ha compiuto 16 anni e si è costituita in parte civile in un processo che vede l’uomo imputato di violenza sessuale aggravata dall’età della vittima, l’uomo rischia dai 7 ai 14 anni di reclusione (con il rito abbreviato, però, in caso di condanna avrà diritto allo sconto di un terzo della pena.A far scattare il campanello d’allarme e la conseguente denuncia della madre, un’infezione che ha costretto, l’allora minorenne, ad andare in cura da un ginecologo.Lui, collega d’ufficio della madre, era anche un amico intimo della famiglia della piccola: proprio in virtù di quella fiducia che la donna gli accordava, la bambina era spesso affidata all’uomo che, invece di portarla al parco o a mangiare un gelato, l’avrebbe coinvolta in osceni “giochi” protrattasi per 5 anni.Nel corso dei lunghi pomeriggi passati con l’uomo, la bambina sarebbe stata abusata e costretta a subire in silenzio in virtù dello stato di soggezione che la legava all’imputato, collega di lavoro della madre e amico di famiglia. La bimba, troppo piccola per dare un significato a quegli atti, cominciò a “somatizzare” gli abusi chiudendosi in se stessa e mettendo in atto drammatici atti di autolesionismo.