Amici Animali

CELLE DI BULGARIA (SA): spara a sangue freddo al suo cagnolino ed attende che muoia

Il 73enne è stato denunciato per porto e detenzione abusiva d’armi, maltrattamento e uccisione di animali.

Ha sparato a sangue freddo il proprio cane attendendo che morisse dopo averlo nascosto in una cassetta di plastica. A colpire la comunità  di Celle di Bulgheria, nel Cilento è la brutalità con cui è stato compiuto l’animalicidio. L’uomo 73enne  ha sparato due colpi di fucile verso le 20 di sera.

I vicini udendo gli spari, hanno immediatamente allertato le autorità che, giunti sul posto hanno rinvenuto, sotto il letto dell’anziano, l’arma usata per uccidere il cane ed una fossa scavata nel giardino dove sotterrare l’animale che nel frattempo era stato nascosto nella cantina. I militari  hanno ritrovato l’animale in fin di vita ed a nulla è valso il tentativo dei militari di trasportarlo all’ambulatorio veterinario di Roccagloriosa dove purtroppo è morto in nottata, dopo aver subito un delicato intervento chirurgico.

Il 73enne è stato invece denunciato carabinieri della locale stazione, per porto e detenzione abusiva d’armi, maltrattamento e uccisione di animali avvenuto con crudeltà e spari in luogo pubblico.