Amici Animali

CASERTA: è morto il cane sepolto vivo, nonostante i soccorsi.

Non ce l’ha fatta a sopravvivere il setter trovato sepolto vivo negli scorsi giorni a Recale, vicino Caserta. Il cane, soccorso due giorni fa, è morto la notte successiva e ieri si è avuta notizia del decesso.

Terribile la vicenda, sulla quale si spera possa essere fatta chiarezza. A raccontarla, una volontaria che ha soccorso il cane è che gli è stato vicino fino alla fine.

“Ieri alle ore 20.00 in via Salk, periferia di Recale è stata notata una tomba, con tanto di coperchio, fiori e ritratti di santini. Cosa un po’ insolita se consideriamo la collocazione, in una piantagione di tabacco. La macabra scoperta che ha lasciato allibiti i passanti, che proprio da quella tomba erano stati attratti da alcuni lamenti, poco energici, quasi a non voler disturbare, a non voler interrompere il continuo movimento dell’ingranaggio della vita che ci rende sempre più indifferenti, è stato il ritrovarsi davanti un morente setter inglese a cui era stato dato l’estremo saluto prima ancora dell’ultimo respiro.

Si, lo sfortunato amico dell’uomo era stato sepolto vivo. Soccorso e ricoverato in gravissime condizioni, nonostante le cure si è spento, questa volta definitivamente e dignitosamente durante la nottata.

Un tragico epilogo per chi ha dato amore incondizionato a quel mammifero che primeggia per intelligenza sugli altri, l’uomo. Ma sarà veramente così?

L’episodio è stato denunciato all’autorità giudiziaria”.

Nella foto: il setter al ritrovamento