Attualità

AFRAGOLA (NA): Segarono a pezzi e seppellirono due boss, coinvolto anche un sedicenne

Arrestato col suo complice di 18 anni: i corpi nascosti in un terreno nel Napoletano.

Fecero a pezzi i cadaveri di due boss, Luigi Rusciano e Luigi Ferrara, ras del contrabbando nell’hinterland napoletano, dopo averli uccisi: segando i corpi e interrandoli nella zona di Afragola lo scorso 16 febbraio. Oggi la polizia ha arrestato gli autori degli omicidi e della macabra operazione di sepoltura: uno di loro è un minorenne, all’epoca dei fatti aveva 16 anni, mentre il suo complice è un 18enne.

Le indagini, coordinate dai pm Vincenza Marra e Patrizia Imperato, hanno permesso di far luce sul ritrovamento dei resti di corpi in alcune buste di plastica in un terreno di Afragola, in piena campagna a Contrada Ferrarese, a ridosso di una discarica.

La fossa, profonda circa un metro, era ai bordi di una strada interpoderale in una zona di difficile accesso. La polizia si trovò di fronte ad uno spettacolo raccapricciante: i corpi dei due erano tranciati in quattro parti.