Attualità

Napoli, evade dai domiciliari per fare la spesa e rompe una bottiglia in testa ad un negoziante

Arrestato un 43enne accusato di evasione dagli arresti domiciliari nonché di lesioni e minacce.

Si trova ai domiciliari ma evade per fare la spesa a scrocco, e aggredisce il negoziante che si oppone. Questa notte a Napoli i poliziotti dell’Ufficio Prevenzione Generale hanno arrestato il 43enne Gennaro Rizzo, accusato di evasione dagli arresti domiciliari nonché di lesioni e minacce.

Verso le 22 gli agenti, su disposizione della Sala Operativa, si sono recati in Via San Cosmo fuori Porta Nolana per l’aggressione ad un indiano titolare di un negozio di generi alimentari. La vittima ha raccontato che l’uomo era un suo cliente e più d’una volta avrebbe fatto la spesa per la madre, andando via senza pagare. Ieri sera si sarebbe ripresentato nel negozio ma il titolare si sarebbe rifiutato di dargli altra merce. Per tutta risposta Rizzo avrebbe preso una bottiglia di birra da uno scaffale e, dopo averlo minacciato, lo avrebbe colpito alla testa. Al risveglio Rizzo era andato via.

A questo punto i poliziotti non hanno impiegato molto per identificarle il 43enne del quartiere Vicaria o e raggiungerlo presso casa sua, dove è sconta ai domiciliari la pena di un anno per spaccio di sostanze stupefacenti.
Il titolare del negozio è stato accompagnato al Pronto Soccorso dell’Ospedale Loreto Mare dove i sanitari lo hanno medicato e giudicato guaribile in 5 giorni. Gennaro Rizzo è stato invece arrestato. In giornata il processo con rito direttissimo.