Attualità

PIOGGE E ALLAGAMENTI NEL SALERNITANO: SOS NELL’AGRO E IN COSTIERA AMALFITANA

Il maltempo si abbatte sulla provincia di Salerno. Violenti acquazzoni stanno interessando sin dalla nottata l’intero territorio che va da Scafati a Sapri. Le situazioni più critiche si registrano nell’Agro sarnese nocerino e in Costiera Amalfitana. I vigili del fuoco sono impegnati in queste ore tra Scafati e Angri dove si registrano numerosi allagamenti, con garage e scantinati invasi dall’acqua. I caschi rossi sono dovuti intervenire proprio tra Scafati e Angri per trarre in salvo alcuni automobilisti rimasti bloccati nelle auto, chiusa la stazione della Circumvesuviana. Si registra uno smottamento tra Tramonti e Ravello. Problemi in tutta la Regione. Nubifragio a Marcianise, in provincia di Caserta, dove si contano i danni: un muro di contenimento ceduto, tetti divelti, alberi caduti e auto danneggiate. Forti disagi anche nella città della reggia vanvitelliana dove sono al lavoro, da ore, i vigili del fuoco. Super lavoro per i pompieri anche a Napoli e in tutto l’hinterland: nel capoluogo campano traffico in tilt e interventi per liberare terranei e attività commerciali dall’acqua piovana. Allagamenti anche a Torre Annunziata e a Giugliano in Campania. Pietre e fango anche nell’Avellinese, tra Montoro e Forino, zona interessata, nei mesi scorsi, da numerosi incendi. Al momento la navigazione, nel golfo partenopeo, di aliscafi e traghetti è regolare anche se le condizioni meteo sono date in peggioramento. Le scuole sono rimaste chiuse a Salerno, Sarno, Cava de’ Tirreni, Nocera Superiore, Battipaglia, Pontecagnano, Eboli e Nocera Inferiore, Maiori e Minori a causa dell’allerta meteo. Il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli ha disposto la chiusura, in via precauzionale, di ogni scuola di ordine e grado a seguito dell’allerta meteo. L’ordinanza di chiusura per pubblica incolumità si riferisce ai soli istituti scolastici che avevano deciso l’apertura anticipata. Lo stesso ha deciso il sindaco Giuseppe Canfora che ha ritenuto opportuno, in via precauzionale, la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado. Stessa decisione presa anche dal primo cittadino di Cava de’ Tirreni, Vincenzo Servalli. Oltre alla chiusura di tutte le scuole cittadine per domani, il sindaco ha disposto anche l’evacuazione di 16 famiglie residenti in località San Felice sul versante nord est del territorio comunale. Stesso provvedimento adottato dal sindaco Ernesto Sica che ha disposto la chiusura dei plessi scolastici. Pure il sindaco di Nocera Superiore, Giovanni Maria Cuofano, ha emanato un’ordinanza di chiusura delle scuole cittadine di ogni ordine e grado. Si è aggiunto il sindaco di Nocera Inferiore, Manlio Torquato, che ha invitato i cittadini a non sostare in prossimità dei corsi d’acqua, nei sottopassi, negli alvei strada, nei piani seminterrati e nei piani terra prossimi ai corsi d’acqua per le prossime ore invitandoli a mettere in sicurezza gli autoveicoli. I destinatari sono i cittadini domiciliati nelle aree a bassa pendenza e depresse o comunque soggette a fenomeni di allagamento con particolare riguardo alle aree frequentemente interessate da eventi alluvionali in località Villanova, San Mauro e Casarzano, nonché lungo i corsi d’acqua