Attualità

San Matteo torna al Comune, De Luca: “E’ un primo passo per il ripristino di una bella tradizione”

Il governatore della Campania plaude all’intesa raggiunta tra l’Amministrazione comunale e la Curia. Ma sulla sua presenza alla processione del 21 settembre risponde: “Se non ho particolari impegni ci sarò”.

Non è voluto mancare neanche il governatore della Campania Vincenzo De Luca alla cerimonia religiosa che, a distanza di tre anni, ha visto la statua di San Matteo entrare all’interno del Comune di Salerno. L’ex sindaco ha salutato le istituzioni civili, religiose e militari presenti esprimendo il suo apprezzamento per l’intesa raggiunta tra l’Amministrazione comunale e la Curia sulle modalità della funzione religiosa.

La soddisfazione del governatore

Sollecitato dai giornalisti De Luca parla a tutto campo: “Ho espresso il mio apprezzamento, in particolare a monsignor Moretti e alla comunità religiosa, per aver deciso di riportare la statua di San Matteo nella casa di tutti i salernitani, che è il Comune. E’ un primo passo – spiega il presidente della Regione Campania – per il ripristino di una bella tradizione che avevamo, quella di impartire la benedizione alla nostra comunità davanti alla vetrata che rappresenta il Santo Patrono e che abbiamo collocato molti anni fa per ribadire nella maniera più solenne il legame di sangue che esiste tra la comunità salernitana e il Santo Protettore. E anche per esprimere un apprezzamento religioso del Vangelo di Matteo, che è una delle pietre fondative dell’umanesimo cristiano e della civiltà occidentale. Un bel momento di gioia, unità e serenità”.

Per De Luca, inoltre, è “difficile trovare una comunità che abbia un rapporto così profondo con il suo Santo Protettore. C’è forse Napoli per la devozione a San Gennaro. San Matteo è Salerno ed io sono lieto di poter vivere con la mia comunità questo momento che ci consente di affrontare la festa patronale”. Infine, però, il governatore non garantisce la sua presenza alla processione del 21 settembre: “Se non ho particolari impegni ci sarò. Ma credo di aver reso omaggio oggi al nostro Santo Patrono”.