Attualità

De Luca al veleno sui vigili di Salerno. E sul controsenso…

Le parole sono taglienti. Come sempre. Vincenzo De Luca, in perfetto stile “sceriffo” bacchetta i vigili urbani di Salerno. L’ex sindaco, nel consueto appuntamento settimanale a Lira Tv, ha rivolto parole di fuoco ai caschi bianchi che stamane erano impegnati in assemblea (nei giorni scorsi è stato proclamato lo stato d’agitazione.

«Mi è capitato di attraversare via Dei Principati e via Carmine a Salerno. Non c’era un vigile – ha tuonato il governatore della Campania -. Macchine in doppia fila, molte sui marciapiedi, un po’ di accattonaggio. Ho telefonato per chiedere informazioni e mi hanno detto che c’era l’assemblea dei vigili. E quindi, non c’è nessuno? Dalle 9 alle 10 fanno l’assemblea? Premesso che ci sono decine di vigili che fanno il proprio dovere con spirito di sacrificio e dedizione.

Quando uno solleva un problema sa bene che ci sono tantissimi che fanno il proprio dovere. Ma ci sono anche tantissimi cialtroni che non hanno voglia di lavorare. Io considero l’abitudine di fare l’assemblea dei vigili durante l’orario di lavoro una vergogna nazionale. Mi auguro che un po’ le forze politiche, un altro po’ moralisti della domenica ci aiutino a cancellarla».

Ma il presidente della giunta regionale campana è tornato anche sull’incidente che lo ha visto protagonista la scorsa settimana . «Non c’è nessun controsenso. La macchina si stava immettendo sulla strada principale, via Lanzalone e non ha visto il motorino che veniva da destro. Punto – ha tuonato De Luca ai microfoni di Lira Tv -. Il controsenso riguarda venti metri di strada di servizio, tra cinque palazzi dove passa un’auto ogni dieci minuti e dove tutto è autorizzato. Quindi non c’è stata nessuna violazione di regole e nessun controsenso».