Attualità

SALERNO,TASK FORCE CONTRO GLI EXTRACOMUNITARI VIOLENTI,PARLA IL QUESTORE

“Abbiamo chiesto un coordinamento interforze contro lo spaccio di droga, l’ambulantato abusivo e l’illegalità in genere.

Questa sera c’è una importante risposta da parte dello Stato”, afferma il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli.

Tutt’intorno decine di uomini tra Polizia, Carabinieri, Finanza e Vigili urbani fermano, perquisiscono, controllano documenti. Sanno quali sono i luoghi ‘sensibili’ e lì si piazzano. Ma gli spacciatori, i ‘pesci grossi’ stasera, domenica, non si sono fatti vedere. Dopo le aggressioni di sabato (sei agenti all’ospedale), hanno fiutato il ‘pericolo’.

L’interforze – si legge su La Denuncia – è una iniezione di fiducia per i salernitani e per i turisti. L’effetto è che sul selciato non si vedono né pezze e nemmeno un paio di scarpe (contraffatte) in vendita. I controlli continuano sul molo: si cerca droga tra gli scogli, il Questore Pasquale Errico è poliziotto di razza e coordina; il sindaco lo segue.

“C’è una sovrabbondanza di persone calate sui nostri territori – commenta Napoli -:  ad essi si aggiungono quelli che a Salerno vengono dal casertano, dal napoletano. Siamo luogo di turismo… abusivo”. Il Governatore ha chiesto a Minniti l’invio dei Corpi Speciali. Ha ragione lui…”. A fine operazione, quando la tensione è smaltita, il Questore Errico dice: “Il sindaco ha chiesto quest’intervento in sede di comitato per la sicurezza e l’ordine pubblico.