Attualità

Classifica sindaci, Enzo Napoli al 7° posto assoluto e primo in Campania

Nonostante un leggero calo (-1.6%), il primo cittadino di Salerno mantiene stabile il suo settimo posto assoluto nella classifica del “sentiment” degli italiani nei confronti dei propri sindaci. La ricerca statistica – stilata da Index Reaserch – conferma dunque il successore di Vincenzo De Luca nella top ten nazionale e soprattutto sottolinea il primato nella regione Campania. Infatti Enzo Napoli precede tutti i suoi colleghi regionali, a cominciare dall’ex ministro Clemente Mastella (Benevento), che si attesta all’undicesimo posto. Flop per i grandi centri urbani, mentre in testa svetta Dario Nardella a Firenze.

La classifica completa e i dati più curiosi. Dario Nardella, ex deputato Pd alla guida di Firenze dal 2014, è in testa alla classifica: il 62,1% dei suoi concittadini ha espresso soddisfazione nei confronti del lavoro svolto dalla sua amministrazione. Al secondo posto l’imprenditore e dirigente sportivo Luigi Brugnaro sindaco di Venezia eletto con il centrodestra. Rispetto ad un anno fa guadagna due posizioni e il 61,5% dell’apprezzamento. Balzo in avanti per Federico Borgna, riconfermato per la seconda volta sindaco di Cuneo lo scorso giugno al primo turno. In quarta posizione Matteo Ricci (Pd), primo cittadino di Pesaro. Chi perde punti è invece l’imprenditore Giorgio Gori, sindaco di Bergamo a capo di una coalizione di centro sinistra. Per lui brusco capitombolo dal vertice della classifica al quinto gradino: in un anno ha perso due punti e mezzo. La prima donna sindaco in classifica è Silvia Marchionini di Verbania, si aggiudica il quattordicesimo posto. Bisogna scorrere fino al ventunesimo per trovare la seconda, la M5Stelle Chiara Appendino, primo cittadino di Torino che però perde terreno. Da segnalare la buona performance dell’ex grillino Federico Pizzarotti: rieletto a giugno sindaco di Parma con la sua lista “Effetto Parma”, rispetto al 2016 ha guadagnato diverse posizioni ed è salito al 56,3% di apprezzamento. Ma i veri, grandi sconfitti sono i primi cittadini delle due maggiori città italiane, Giuseppe Sala, sindaco di Milano e Virginia Raggi, sindaco di Roma. I due non sono infatti nemmeno presenti nella classifica di Indexcittà che rappresenta solo i sindaci che superano il 55% di soddisfazione sull’operato espressa dai cittadini. Sala e Raggi risultano rispettivamente al 49esimo posto con il 54,3% e all’88esimo con il 44,4%. Insomma per Salerno la soddisfazione di restare tra le prime dieci città meglio amministrate d’Italia.