Attualità

Napoli, sette coppie dicono «no» all’adozione, bimba Down affidata a un single

La decisione del Tribunale dei minori. La piccola era stata abbandonata in ospedale dalla mamma appena nata.

Una bambina affetta dalla sindrome di Down, abbandonata dalla mamma in ospedale appena nata, è stata affidata dai giudici a un aspirante papà single dopo sette «no» incassati da parte di altrettante coppie che volevano diventare genitori. La storia, raccontata da «Il Mattino», si è verificata a Napoli e la scelta, che ha pochi precedenti, è stata del Tribunale dei minori della città, che si è occupato del caso della piccola. Dopo il rifiuto delle famiglie in lista d’attesa per l’adozione, i giudici hanno preso in considerazione la richiesta, fatta tempo prima, di un single, di potersi prendere cura di un bambino con disabilità. La sua disponibilità ha trovato spazio per essere accolta, benché in Italia non sia consentita l’adozione a single, nelle maglie della legge 184 del 1983, che consente questa possibilità in rari casi, tra i quali quelli di bambini disabili. Ora per la piccola e l’aspirante papà inizia un periodo di prova, il pre-affidamento, al termine del quale i giudici valuteranno l’inserimento definitivo della bambina nella nuova famiglia.