Politica

De Luca ancora su Di Maio: ”Chierichetto da 13500 euro al mese”

Si è ritrovato, miracolato, a fare il vicepresidente della Camera, a far parte della casta e parla contro la casta”. Lo ha detto Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, ai microfoni di Lira Tv parlando di Luigi Di Maio definito dal governatore campano “un chierichetto senza arte né parte, che non ha mai lavorato”. “Non smetterò di ripetere che Luigino guadagna 13.500 euro netti al mese – ha affermato – e, come lui ha certificato, 100mila euro di spese”. “Ho usato un’espressione romanesca ‘Te possino ammazzare’ – ha aggiunto – e si è impressionato, ha detto che l’ho minacciato di morte”. “Per me è stata l’occasione per spiegargli qual è la differenza, cos’è l’ironia – ha sottolineato – e di spiegare con quale livello di truffatori politici dobbiamo fare i conti”. “In Italia – ha concluso – viviamo in un clima di ‘ammuina’ e mistificazione generali”.(ANSA).