Attualità

Addio a don Antonio, Salerno piange il “signore delle caldarroste” di Corso Vittorio Emanuele

Ci sono personaggi popolari che non “sfilavano” nei salotti buoni in giacca e cravatta, però che si sono ritagliati “angoli di storia” d’una città. Quello di don Antonio era nei pressi del Bar Moka, a pochi passi dall’edicola Senatore, nel cuore del centro di Salerno. Vendeva caldarroste, l’ha fatto per oltre trent’anni.

Per chi passeggiava lungo Corso Vittorio Emanuele era praticamente un’icona. Ora non c’è più. Don Antonio è morto all’età di 83 anni, lasciando vuoto il suo “angolo” e pure un pezzettino di cuore di tanti salernitani, generazioni di ragazzi che affettuosamente ricordano di essere “cresciuti” con le sue castagne e che ne custodiranno l’affettuoso ricordo che si deve a personaggi che sono entrati a far parte della storia popolare d’una città.