Attualità

Ospizio lager ad Acerno, condannati gli operatori

Maltrattavano gli anziani: gli undici imputati avevano scelto il rito abbreviato

ACERNO. Condannati gli operatori dell’ospizio ubicato nell’ex albergo Roma dove si maltrattavano gli anziani ospiti. Per undici imputati che avevano scelto il rito abbreviato è arrivata la sentenza del gup Pietro Indinnimeo. Comminate pene che oscillato tra i venti e i dodici mesi di reclusione.

Di sicuro più basse rispetto alla richiesta del sostituto procuratore Francesca Fittipaldi. Il pm aveva chiesto nella requisitoria che fossero tutti condannati a cinque anni e quattro mesi di reclusione. Al termine dell’udienza preliminare, il gup ha condannato ad 1 anno e otto mesi di gli operatori Alfonsina Rubino, Salvatore Di Nicola, Annarita Cianciulli, Domenica Frasca, Giuseppe Guazzo, Raffaele Pecoraro, Pierina Capone e Antonio Vasso. Ad un anno e quattro mesi, invece, è stata condannata Gerardina Giudice. Donatella Iuliano e Dorina Meta, infine, hanno avuto la pena di un anno di reclusione. Sospensione condizionale della pena per tutti.

Il giudice, inoltre, ha condannato gli undici imputati al risarcimento del danno alle costituite parti civili, da liquidarsi in separato giudizio.