Attualità

BELLIZZI: assenteismo al Comune…. Tra fannulonismo vero e presunto!

A fatto parlare male del Comune e dei suoi dipendenti l’impietosa analisi fatta nel rapporto della società di statistica nazionale “Ermes” pubblicato il mese scorso e basato sullo studio di dati provenienti da 2298 Comuni con oltre 5000 residenti  (pari all’84% della popolazione italiana) ed almeno 11 dipendenti.

Ed ecco che Bellizzi risulta primo in assenteismo dei dipendenti. A Vallo della Lucania i lavoratori si assentano 27 giorni all’anno. A Bellizzi 62.

municipioBellizzi

A leggere questi dati c’è da mettersi le mani nei capelli. E così siamo andati a chiedere spiegazioni al Comune ed ai responsabili politici ed amministrativi del personale.

I dati del 2015 sono sì eclatanti ma va chiarito che nel 2015 i dipendenti in forza erano 51 a fronte dei 108 previsti dalla pianta organica in rapporto alla cittadinanza residente. Qundi la percentuale aumenta rispetto di riflesso. Per capirci: un conto è il 15% di 108 e un conto di 51. Non ci vuole un matematico per capirlo. Abbiamo altresì rilevato, carte alla mano,. Che sul personale del 2015 gravano ben 15 benefici della Legge 104 che consente al dipendente di assentarsi per tre giorni al mese per assistere un familiare in stato di necessità fisica. Il conto è presto fatto. A questo, poi, va aggiunto che sulla già precaria pianta organica dei 51 in servizio ha gravato anche l’assenza forzata di alcuni dipendenti malati di cancro, di cui uno passato anche a miglior vita lo scorso anno. Ci siamo sentiti in dovere di fare gli avvocati d’ufficio ai dipendenti comunali (visto che non l’ha fatto l’amministrazione o i sindacati di categoria). Ci conosciamo un po’ tutti e crediamo di poter affermare che a Bellizzi il “fannulonismo” non esiste. Qualche pecora zoppa c’è, ma fa parte del gioco.