Attualità

C’era una volta la tredicesima… quello stipendio in più

Desiderata, sospirata… e tanto attesa: la tredicesima. Purtroppo, sono finiti i tempi belli e di questi soldi, solo una microscopica parte, sarà destinato all’acquisto di regali e spese di Natale. Gran parte dell’importo complessivo delle tredicesime, ben l’80%, sarà destinato al pagamento di: Rc Auto, saldo Imu, spazzatura, mutui, bolli auto e bollette varie.

Parte integrante dello stipendio, la tredicesima sembra avere un ruolo finanziario ibrido nel bilancio dei lavoratori dipendenti e delle loro famiglie e serve a coprire spese eccezionali principalmente per saldare debiti o per le spese tipiche natalizie e familiari.
La situazione di crisi anche quest’anno, condizionerà fortemente le spese natalizie che, a causa della crisi stessa, della diminuzione delle tredicesime e dell’aumento dei costi da sostenere, saranno sempre di meno gli importi da dedicare al Natale e per le spese relative.

Poi ci sono quelli che la tredicesima non sanno neanche cosa è, ma ne parleremo in un prossimo articolo e a costoro va tutta la solidarietà possibile. Natale è per tutti, ma non è sempre così, purtroppo. Non  abbiamo ancora toccato il fondo perché, ogni anno che passa, affondiamo sempre di più…. Le famiglie italiane hanno debiti ed uno stipendio al di sotto della media europea, non ci sono soldi e sono sempre meno le cose che si comprano.

Fino adesso abbiamo tolto il superfluo adesso cominciamo a togliere il necessario di cui si può iniziare a farne a meno- Ciao tredicesima e ciao regali di Natale!