Attualità

SALERNO: insaccati sospetti, chiusa macelleria dei rioni alti

Scoperti cinquanta chili di carne non tracciata. I carabinieri impegnati anche a Campagna e Vietri.

Cattivo stato di conservazione, locali sporchi e alimenti non tracciabili. Continuano i sequestri ad opera dei Nas di Salerno che hanno portato anche alla chiusura di note attività commerciali. Gli uomini del maggiore Vincenzo Ferrara hanno sequestrato, nell’ambito dei controlli prepasquali, cinquanta chili di insaccati e altra carne non tracciata in una macelleria nei rioni alti di Salerno. A Campagna, con la collaborazione di personale dell’Asl, sono stati sequestrati 30 chili di prodotti ittici non tracciati in una pescheria tenuta in pessime condizioni igienico-sanitarie e strutturali, tant’è che ne è stata disposta l’immediata sospensione. A Vietri sul Mare sospeso ad horas un panificio, trovato, dai carabinieri e dai tecnici dell’azienda sanitaria locale ad operare in ambienti malsani. Durante l’ispezione trovate notevoli criticità igienico sanitarie e strutturali. Nel mirino del Nas a Mercato San Severino un conosciuto ristorante e pizzeria: qui, sempre con l’ausilio dell’Asl Salerno, sono stati sequestrati 30 chili di alimenti non tracciati. I verificatori si sono poi spostati nel deposito del ristorante e si sono trovati di fronte ad alimenti conservati in pessime condizioni. Alla fine dei controlli, sono state contestate sanzioni amministrative per un importo di oltre 7 mila euro. Il valore dei provvedimenti ammonta a circa 500mila euro.