Attualità

BELLIZZI: quando per stare puliti scatta il “fai da te” che fai per tre…

Il torrente Vallemonio è quella specie di torrentello che segna il confine tra Bellizzi e Battipaglia.

Nel tratto che attraversa le abitazioni, in via Galileo, versa in uno stato di abbandono totale. Arbusti e canneti la fanno da padrona agli argini e spesso e poco volentieri ne fuoriescono delle “zoccole” (topi grandi) che non sono di certo uno bello spettacolo nella Bellizzi lanciata a dimensione di città europea, oltre ai rischi per la salute e l’igiene. Tra l’altro vi sono anche condomini abbastanza numerosi e delle attività commerciali.

Nonostante le sollecitazioni fatte ai diversi organi che hanno la responsabilità della pulizia degli argini e delle stesse acque, finora nessuna risposta e nessun intervento.

E così c’è chi, davanti a queste latitanze, deve fare da se per evitare problemi facilmente immaginabili derivanti dalla mancata pulizia e della mancata derattilizzazione.

Chi ha un attività nei pressi di quell’area non può certamente stare ad aspettare che qualcuno delle istituzioni, a vario titolo, si ricordino che non ci sono cittadini di seria A o di serie B.

Armati di roncole e tanta pazienza hanno provveduto a dare un po’ di contegno e vivibilità al tratto di argine del Vallemonio di via Galileo fino alla piazzetta dove c’è anche un noto bar e un gazebo per la vendita di frutta e verdura. Ora ci vorrebbe una bella derattilizzazione, ma quella deve farla il Comune, tramite le sue ditte abilitate e convenzionate. Che sia diano una smossa. La prossima volta invece che degli argini ripuliti, potrebbero pubblicare foto di “zoccole” che passeggiano tranquillamente, incurante anche delle persone. Ormai siamo tutt’uno. Ma non siamo su scherzi a parte, però…