Attualità

VICENZA: spara dal terrazzo e ferisce operaio immigrato

Un operaio immigrato che stava lavorando su una pedana mobile a sette metri di altezza a Cassola (Vi), è stato ferito ieri pomeriggio da un piombino alla schiena. A sparare, con un fucile ad aria compressa un 40enne che abita in un condominio nei pressi del luogo del ferimento. L’uomo, che non ha motivato il suo gesto, è stato così denunciato a piede libero dai carabinieri della Compagnia di Bassano per esplosioni pericolose e lesioni aggravate.

Il fatto è accaduto nel centro del paese vicentino: l’operaio, 33 anni, originario di Capo Verde, dipendente di una ditta di impianti elettrici con sede a Vicenza, si trovava su una pedana mobile, sospeso a circa 7 metri d’altezza, impegnato a collegare le luminarie davanti al municipio, quando ha sentito un colpo d’arma da fuoco. Subito dopo ha avvertito un violento bruciore alla regione lombare sinistra. Ferito e dolorante, l’uomo è stato immediatamente soccorso e trasportato all’ospedale di Vicenza per gli accertamenti e le cure e dimesso con una diagnosi di 7 giorni.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri, che dopo una ricostruzione della vicenda hanno diretto le loro attenzioni su un vicino condominio di via Martiri del Grappa. Nell’ispezione dello stabile i carabinieri hanno rinvenuto su un terrazzo condominiale alcuni pallini di piombo per arma ad aria compressa. Durante la perquisizione di un appartamento di un 40enne, hanno trovato e sequestrato una carabina calibro 4,5 mm ad aria compressa, un’arma a libera vendita, utilizzata appunto per ferire l’operaio. A quel punto è scattata la denuncia per il feritore.