Attualità

TORINO: aggredita Daisy Osakue, l’atleta azzurra. “E’ razzismo”

La campionessa italiana under 23 di lancio del disco, Daisy Osakue, 22enne, nata in Italia da genitori nigeriani, la scorsa notte, è stata aggredita in strada a Moncalieri. La giovane atleta è stata colpita al volto da uova lanciate da un’auto in corsa mentre stava attraversando la strada da sola . Daisy Osakue, subito soccorsa da un gruppo di persone, è stata trasportata all’Ospedale Oftalmico di Torino, dove le è stata riscontrata una lesione della cornea sinistra. Ora dovrà essere operata per rimuovere un frammento di guscio d’uovo. La lesione potrebbe mettere a rischio la partecipazione dell’azzurra alla rassegna continentale di atletica leggera al via il 6 agosto a Berlino.

L’atleta 22enne non ha dubbi sul movente dell’aggressione. “E’ razzismo“, dice ai microfoni di Sky tg24. “E’ una zona dove ci sono prostitute di colore, a mio avviso – spiega – credevano fossi una di loro”. “Se non fossi stata io ma un’altra ragazza, e se non avessero usato uova ma una pietra? Quando ci renderemo conto che la situazione è inaccettabile?”, si chiede la giovane atleta. Sono in corso accertamenti per identificare  gli occupanti della macchina. Dalle prime verifiche, compiute dai militari che indagano sull’episodio, l’azione non sarebbe riconducibile a discriminazione razziale. La stessa auto, si apprende ancora dagli investigatori, era già stata segnalata nei giorni scorsi, sempre a Moncalieri, per aver lanciato le uova contro i passanti.