Attualità

Bellizzi, la mostra di Franco Leo “La mia testa dura”. Un esempio di straordinaria forza di volontà

Una giornata dedicata alle sue opere con una bella mostra di quadri nel salone parrocchiale di Bellizzi, del nostro concittadino Franco Leo. Nato 49 anni fa e da sempre residente a Bellizzi, Franco è affetto da “tetraparesi” sin dalla nascita ed è molto conosciuto e amato nella sua città.

Con la sua passione e con la sua <<testa dura>> il nostro artista ha realizzato, nel tempo, ben 123 lavori nell’arte della pittura, opere quasi tutte  esposte.

I quadri sono stati realizzati al computer, grazie all’aiuto di un particolare software che permette a Franco di poter utilizzare uno speciale bottone sul pc premendolo con la fronte poiché, come sopra esposto, è impossibilitato ad nell’uso degli arti. I quadri realizzati sono di diverse grandezze, ovviamente, a seconda di cosa ritratto.

«Per un quadro molto piccolo bastano anche solo due giorni – spiega Franco – ma per uno più grande e con molti dettagli servono anche mesi. In un caso ci ho messo 5 anni e mezzo. Si intitola <<In mezzo alla città c’è un fiume». Una lettera alla volta, amici e parenti leggono il labiale e fanno da interpreti per lui. Ha imparato ad utilizzare un computer e ad esprimersi col disegno nel marzo 1996 e da allora non ha più smesso. Da ragazzo iniziò a frequentare dei corsi in un centro specializzato e lì, grazie alla sua caparbietà, ottenne che gli fosse insegnato l’utilizzo del computer, malgrado le evidenti difficoltà e le iniziali perplessità degli insegnanti. Gran parte dei suoi quadri sono a tema religioso. La fede è centrale nella sua vita e lo sottolinea con forza: «Cristo fa mangiare il suo corpo – dice Franco – e questo mi dà la forza di andare avanti nella vita».

Un esempio di come non bisogna arrendersi mai, anche quando tutto ti sembra impossibile e irrealizzabile. Una straordinaria forza di volontà.