Attualità Sociale

Torino, ragazzi down allontanati dal ristorante. “Non sappiamo come gestirli”

La denuncia di una mamma su Facebook. Arrivano le scuse, lei: “Sono false”.

Torino, 2 dicembre 2018 – E’ stato “tutto un malinteso”. Si difende via Facebook il ristoratore di Torino finito nella bufera perché non avrebbe accolto un gruppo di ragazzi down per cena. Le accuse vengono da una mamma, che ha raccontato l’episodio sui social. “Abbiamo prenotato per 11 alla trattoria Casa Amaro segnalando la celiachia di uno dei ragazzi – scrive Anna Rita -. Quando siamo arrivati il titolare si è avvicinato e ci ha detto, in maniera scortese, che dovevamo avvertire della presenza di quattro disabili perché il locale era piccolo, il sabato sera era pieno e loro non sapevano come gestirli“.

Poi aggiunge : “I nostri ragazzi sono adulti ed educatissimi, mangiamo tutti rigorosamente con coltelli e forchetta. Abbiamo ribadito che l’unica cosa da segnalare l’avevamo detta, ma ci hanno ripetuto per altre due volte la stessa cosa. I ragazzi sono rimasti malissimo e noi tutti peggio di loro. Li abbiamo fatti alzare e ce ne siamo andati”.  La combriccola si sposta in un altro locale. Ma l’amarezza è tanta: per i giovani e per i loro familiari. Risultato: serata rovinata.

La storia rimbalza subito di pagina Facebook in pagina Facebook e la polemica si scatena anche su Tripadvisor, con utenti che invocano la chiusura del locale.

“È stato un malinteso, non volevo respingere nessuno, volevo solo capire se c’erano esigenze particolari – spiega il titolare del locale sul suo profilo -. Ho posto male la domanda. Non è che non volessi accogliere il gruppo, ma volevo capire se c’erano esigenze particolari. Con un po’ di stress stanchezza, ci si è trovati davanti a una situazione non bella, soprattutto per i ragazzi che si sono sentiti respinti”.

Il ristoratore ha chiesto scusa direttamente ad Anna Rita, raggiungedola telefonicamente. “Mi è sembrato sincero. I ragazzi e loro sono molto soddisfatti delle sue parole”, ha detto la donna. E così in questa storia con un brutto prologo, sembra arrivare il lieto fine.

Ma poco dopo tutto cambia: ancora una volta su Facebook, la donna riporta il commento di un avventore della trattoria che avrebbe assistito alla scena. Dopo aver visto i ragazzi down andarsene, il signore perplesso chiede spiegazioni al titolare: “Questo tipo di clienti mi rovina la serata, fa rumore, è difficile da gestire. Non posso farli mangiare qua”, avrebbe risposto lui. Una nuova delusione per Anna Rita, che chiosa: “Vergona”.