Attualità

EBOLI. marocchino 52enne muore per strada tra l’indifferenza dei passanti.

Il 52enne marocchino era atteso in Cardiologia per controlli ma ci è arrivato cadavere.

Muore a cento metri dall’ospedale. Steso a terra, per un dolore al petto, sotto gli occhi indifferenti degli automobilisti di passaggio. Rahal Tahiri aveva 52 anni, viveva a Campolongo.

La sua famiglia è rimasta in Marocco. Moglie e quattro figli sopravvivevano con i soldi che Rahal mandava dall’Italia. Tahiri è morto ieri mattina alle 8,30. Il suo corpo è rimasto a terra, finchè non è giunto un volontario di una croce privata. Antonello Baldassarre passava da via Vignola insieme ad altri automobilisti ma è stato l’unico a fermarsi, ad avvicinarsi al marocchino, a caricarlo in auto e a portarlo al pronto soccorso.

Quando Rahal e Baldassarre sono arrivati in ospedale era troppo tardi. Il marocchino era già morto. Se qualcuno lo avesse soccorso prima, forse il papà maghrebino sarebbe ancora vivo.

La salma è stata sequestrata, i carabinieri hanno aperto un’indagine.