Attualità

Tragedio di Rigopiano: condannato a 4.550 euro dal Tribunale di Pescara per aver portato fiori sulla tomba del figlio

È accaduto ad Alessio Faniello, papà di Stefano, uno dei morti della tragedia di Rigopiano: aveva portato fiori sul luogo della tragedia, sottoposto a sequestro.

Poco meno di due anni fa la slavina che travolse e distrusse l’Hotel Rigopiano a Farindola (Pescara) fece 29 morti: il papà di una delle vittime, Stefano Feniello, è stato ora condannato a pagare una multa di 4.550 euro per aver violato i sigilli giudiziari apposti per deliminare l’area. La storia, ai limiti dell’assurdo, è stata raccontata dallo stesso Alessio Feniello in un post su Facebook: l’uomo è stato condannato dal gip del tribunale di Pescara, Elio Bongrazio.

La sentenza di condanna emessa su richiesta del Pm Campochiaro, trae origine dal fatto che Feniello si sarebbe introdotto «abusivamente», nonostante «le ripetute diffide ed inviti ad uscirne rivoltagli dalle forze dell’ordine addette alla vigilanza del sito». L’uomo, nel suo post sul suo profilo social, contesta la decisione del tribunale pescarese, affermando di essersi «recato a Rigopiano per portare dei fiori dove hanno ucciso mio figlio». 

Eco lo sfogo di Stefano sul suo profilo facebook: <<Cosa posso dire oggi mi hanno notificato l’atto. Siccome ché mi sono recato a Rigopiano a portare dei fiori dove hanno ucciso mio figlio Stefano.  Mi sono introdotto secondo loro in un’area sottoposta a sequestro pare ché questo magistrato mi fa una proposta ho paghi 4.550,00 euro ho ti fai due mesi di carcere io rispondo a questo magistrato io non pago un cazzo e se necessario ne faccio tre mesi di carcere
Ma ti invito a fare i processi seri visto ché sei pagato da noi contribuenti Italiani non perdere tempo con le cazzate
Adesso se vuoi fammi arrestare testa di cazzo. Quelli ché non hanno fatto niente per salvare 29 persone stanno tutti ancora a piede libero io invece devo pagare. Se sono colpevole io non mi tiro indietro perché sono un uomo non una merda
Dimenticavo ma secondo voi io cosa ciò da perdere?
Scusate fate arrivare questo messaggio al ministro Salvini vediamo cosa ne pensa