Politica

SALERNO E PROVINCIA: Comunali 2019, i risultati e i sindaci eletti

Bellizzi premia Volpe con il 66% dei consensi. A Montecorvino Pugliano vince Chiola il sindaco del risanamento. Albanella sceglie Enzo Bagini, mentre Oliveto Citra riconferma Pignata e restando nella Valle del Sele a Ricigliano trionfa Picciuoli. A Sala Consilina Cavallone fa il bis, terzo mandato consecutivo a San Pietro al Tanagro per Quaranta mentre Scelza è primo a Salvitelle. Caggiano premia Lamattina, Casalbuono Adinolfi e San Rufo Marino.

L’election day per le amministrative 2019 ha decretato nuovi sindaci e vecchie conferme, ma nei grandi centri del Salernitano ci sarà bisogno dei ballottaggi. A Scafati si va verso il ballottaggio tra Salvati e Russo. A Pagani Gambino viene beffatto per soli 120 voti e prima di poter indossare la fascia tricolore dovrà affrontare il ballottagio con Bottone, così come accade a Sarno dove a sfidarsi saranno Canfora e Cocca. Non diversamente a Capaccio dove Alfieri e Voza si sfideranno il 9 giugno, stessa cosa che accade pure a Baronissi con Valiante e Galdi. A Nocera Superiore invece ce la fa al primo turno Cuofano.

Ad Ascea riconferma per D’Angiolillo ad Ascea, Parente a Bellosguardo, Lamaida a Castelnuovo Cilento, Luongo a Cuccaro Vetere, Cammarano a Rofrano, De Marco a Salento, Vicino a Torre Orsaia, Farro a Torchiara, Bianco a Torraca e Iannuzzi a Valle dell’Angelo. Ad Auletta c’è Pessolano, a Campora Morrone, a Casaletto Spartano Amato, a Caselle in Pittari Nuzzo, a Castelnuovo di Conza Di Geronimo, a Cicerale Antelmo, a Felitto Casella, a Futani Caputo, a Gioi Maria Teresa Scarpa, a Omignano Mondelli, a Laureana Cilento Serra, a Montano Antilia Trivelli e a Morigerati Prota. A Ottati capovolgimento con Guadagno che supera l’uscente Doddato. A San Mauro Cilento torna Cilento.