Sport e Spettacolo

Mondiali femminili di calcio, Italia-Brasile 0-1. Azzurre prime nonostante la sconfitta

Le ragazze di Milena Bertolini incassano la prima sconfitta nella rassegna iridata (gol di Marta su rigore), ma grazie alla migliore differenza reti rispetto alle brasiliane e all’Australia chiudono in testa al gruppo C mentre martedì prossimo affronteranno una ripescata per un posto tra le migliori otto.

Missione compiuta. L’Italia esce sconfitta di misura contro il Brasile, ma grazie alla migliore differenza reti rispetto alle verdeoro e all’Australia (4-1 alla Giamaica con quattro reti di Sam Kerr), con la qualificazione già in tasca, ottiene anche il primo posto nel girone. Agli ottavi le azzurre affronteranno martedì prossimo a Montpellier una ripescata, molto probabilmente una tra Nigeria e Cina.
A decidere l’ultima sfida del gruppo C è un generoso rigore concesso dopo un contrasto tra Linari e Debinha e trasformato in modo impeccabile dalla stella Marta.

Il primato conquistato dalle ragazze di Milena Bertolini è meritatissimo e contro le carioca il ko appare una punizione troppo severa per le azzurre. L’unica pecca è forse quella di aver cercato di gestire la ripresa, abbassando il ritmo, ma la possibilità di amministrare e fare qualche calcolo Gama e compagne se le erano pienamente guadagnate sul campo con i successi contro le Matildas e la Giamaica.

La ct Bertolini riduce al minimo il turnover e propone soltanto due novità rispetto alla larga vittoria con la Giamaica: Galli viene preferita a Bergamaschi a centrocampo e Giacinti vince il ballottaggio con Mauro in attacco. Il Brasile parte forte e cerca subito di dettare il ritmo. L’Italia è attenta e concede poco spazio alla manovra delle verdeoro che, nonostante l’invidiabile tasso tecnico individuale, non riescono a sfondare.

Sconfitta immeritata ma tutto lascia pensare al meglio. Auguri ragazze.