Amici Animali

Bivio Pratole (Bellizzi): pirata della strada investe e uccide un pastore tedesco.

Sui social l’appello di AurelioBove, il padrene del cane, per rintracciare l’auto assassina.

L’uomo, residente a Mont. Pugliano, nella giornata di ieri portava a spasso il proprio cane quando è stato investito da un pirata della strada. Il cane, un pastore tedesco originale, è morto sul colpo. Tanti i messaggi di solidarietà sui social. La figlia, ha lanciato un appello per ritrovare il pirata della strada. Ecco la lettera:

La lettera
«Non c’è niente di più normale che portare a spasso il proprio cane, sulle strade vicino casa. Specialmente se lo si fa da 10 anni con lo stesso cane, un pastore tedesco di nome Eros, un cane che rispetta il guinzaglio, che non strattona e non cerca di scappare, docile e addestrato, che conosce quelle strade meglio della mano che lo guida da sempre, quella di mio padre.

È un po’ come portare a spasso i propri figli, far respirare loro l’aria del paese dove cresceranno. Niente di più normale, niente di più salutare e abitudinario, le abitudini quelle belle, quelle che fanno stare bene.
Poi un giorno arriva un pazzo.Uno che si crede al di sopra delle leggi e della morale solo perché siede sopra il sellino di una moto. Uno che a velocità folle , noncurante dei limiti e delle regole stradali travolge tuo padre e prende in pieno il tuo cane trascinandoli per un centinaio di metri, punendoli per il solo di fatto tornare a casa, su quella stessa strada, e non in mezzo ma da una parte. Uno che senza alcun rimorso decide di proseguire la sua corsa criminale, senza fermarsi, senza neppure voltarsi, senza il minimo pensiero di capire ciò che ha provocato.
Mio padre fortunatamente è vivo anche se malconcio e scosso psicologicamente. Eros, fedele compagno di vita purtroppo non è stato così fortunato. E noi oggi lo piangiamo come uno di famiglia.Ma quello che voglio dirvi è: potrebbe essere successo a chiunque di voi. E potrebbe succedervi in ogni momento finché il pazzo gira ancora a piede libero per le vostre strade, le nostre strade, su una moto usata come arma e come scudo per la coscienza. Sempre che ne abbia una. Per questo chiedo il vostro aiuto, per fermare gente del genere, per evitare che episodi così, nel 2019, non accadano più, affinché il colpevole venga rintracciato e affidato alle autorità giudiziarie. A chiunque fosse stato sul posto al momento dell’accaduto via Piemonte a Bivio Pratole, la strada che porta a San Vito e Montecorvino Pugliano per intenderci , avesse visto qualcosa, o avesse a disposizione telecamere private che danno sulla strada, o conoscesse in qualche modo l’identità del proprietario della moto, chiedo gentilmente di farsi avanti o nei commenti o contattandomi in privato o rivolgendosi direttamente ai carabinieri di Montecorvino Pugliano presso i quali è stata sporta denuncia. Grazie mille a tutti».