Attualità

DISASTRO DI BATTIPAGLIA:De Luca: “Non sono ecoballe e la Regione non ha competenze”

Sul rogo a Battipaglia il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca precisa: “C’è stato un rogo in un capannone privato, le ecoballe non c’entrano assolutamente nulla”.

De Luca fa chiarezza sull’incendio divampato in un impianto rifiuti situato nel comune di Battipaglia dopo che – scrive su Facebook – “sono circolate informazioni sbagliate che è opportuno correggere. Chiariamo alcuni punti”.

La difesa del presidente

Il governatore della Campania entra nel merito della vicenda: “A Battipaglia c’è stato un rogo in un capannone privato, le ecoballe non c’entrano assolutamente nulla; l’interlocutore istituzionale per la gestione del ciclo dei rifiuti non è la Regione, ma sono gli enti d’ambito e le società provinciali poiché da due anni i poteri sono stati trasferiti ai Comuni, che li esercitano in forma associata (enti d’ambito); la Regione Campania gestisce: la legislazione in materia (quindi la redazione del Piano regionale per lo smaltimento dei rifiuti), il piano per realizzare 15 impianti di compostaggio (in alcuni casi in collaborazione coi Comuni). Infine, curiamo i rapporti con la società che gestisce l’impianto di Acerra”.

De Luca, quindi, scarica la responsabilità sugli altri enti: “La gestione ordinaria del ciclo dei rifiuti è quindi nella responsabilità piena degli enti d’ambito, vale a dire i Comuni e le società provinciali”. Infine conferma che in  vista del blocco del termovalorizzatore di Acerra per 40 giorni a partire da settembre “stiamo dando una mano ai Comuni all’individuazione di aree di stoccaggio provvisorie (e tali devono essere), sempre nel rispetto della loro autonomia decisionale e tenendo conto che vi sono territori, penso a Giugliano, che in passato hanno dato tanto sulla vicenda ecoballe e che quindi oggi debbono essere tutelati” conclude De Luca.