Amici Animali

CAVA DEI TIRRENI: il cagnolino del dottore morto sotto l’albero fa rivivere la vicenda del cane Hachiko

Ieri a Cava e’ morto un medico, schiacciato da un albero secolare e il caso ha voluto che il cane, dal quale non si separava mai, venisse per uno strano scherzo del destino risparmiato da questa tragedia. Il medico infatti era uscito per passeggiare con il suo pelosetto e mai avrebbe immaginato di lasciarlo per sempre. Su facebook si rincorrono le immagini, che stringono il cuore, lui e’ li accanto all’albero che aspetta invano il suo padrone, il suo papa’ umano che non tornera’ piu’. Gli occhioni del cane, fanno tenerezza a guardarlo ma lui e’ fermo li, vicino a quel maledetto pino secolare che ha portato via per sempre il suo amico ma lui non lo sa. Questo cagnolino rappresenta tutti i nostri amici a quattro zampe, rappresenta la loro riconoscenza senza chiedere nulla, un esempio da tenere stretto a noi, un esempio da non dimenticare. Ora tutti si augurano che il cane possa venir adottato da qualche parente, ma possiamo solo immaginare che nulla sostituira’ il papa’ di questo tenero cagnolino.

Qualche anno fa ando’ in onda per la prima volta un film commovente che mostrava come un amico a quattro zampe poteva rimanere fedele oltre il tempo al di la della morte del suo fedele papa’ umano. Era un cane che viveva in Giappone, si chiamava Hachiko , divenuto cosi’ famoso che nei pressi di una stazione di Tokyo,per ricordarlo si e’ costruita addirittura una statua in sua memoria. Il cane di razza Aikita, amava il suo padrone e ogni giorno lo aspettava alla stazione di ritorno, il suo amico era un professore interpretato nel film da Richard Gere, morto all’improvviso, lasciandolo dopo soli due anni dalla sua adozione. Hachiko non volle essere adottato da nessuno ma continuo’ ad aspettare il ritorno del professore fino alla sua dipartita. Oggi un triste episodio ci ha riportato alla mente questa vicenda e ci ha ancora una volta messo davanti l’amore senza fine, che questi amici possono darci inconsapevolmente.