Attualità

Montecorvino Rovella, arriva l’Ok dal Ministero per la prima coltivazione italiana di cannabis per la ricerca.

Il Ministero della Salute rilascia l’autorizzazione per l’apertura, a Montecorvino Rovella, della prima coltivazione in Italia di cannabis con contenuto di THC ai fini della ricerca.

Il laboratorio picentino, sorvegliato giorno e notte da vigilanza armata, sarà gestito dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno diretto da Antonio Limone, con il fondamentale contributo del centro di ricerca per il controllo, lo sviluppo e la sperimentazione dei cannabinoidi “Reica”.

Questo il commento rilasciato in esclusiva a Radio Alfa dal dott. Alfonso Gallo, responsabile della coltivazione: «Il centro multidisciplinare si pone come braccio operativo per la ricerca e la diffusione delle conoscenze in materia di cannabis al servizio dei Ministeri competenti e dei legislatori».

Alla cerimonia di ieri ha preso parte anche il sindaco di Montecorvino Rovella, Martino D’Onofrio.