Attualità

Regione Campania, pensioni minime a 1.000 euro per Coronavirus: ecco come funziona la misura.

«A breve chiuderemo un protocollo con l’Inps per portare l’aumento delle pensioni minime a mille euro entro fine maggio». Lo ha dichiarato De Luca nel corso della consueta diretta facebook settimanale.

Pensioni 1000 euro in regione Campania, saranno erogate nei mesi di maggio e di giugno prossimi. Il contributo integrativo all’assegno mensile sociale Inps è finanziato dalla Regione Campania per aiutare le fasce sociali più deboli ad affrontare l’emergenza Coronavirus e rientra nel piano straordinario da 604 milioni messo in campo dal Governatore De Luca.

Le stime indicano che l’integrazione coinvolgerà all’incirca 250 mila persone. I dati delle proiezioni emergono dall’Istat, dall’Inps e dagli altri database regionali ed evidenziano quindi una platea piuttosto consistente di potenziali beneficiari. D’altra parte, i pensionati sono considerati a loro volta come dei punti di riferimento (con funzioni di welfare indiretto) per tutta la propria famiglia, fornendo spesso un aiuto a figli e nipoti.

Pensioni a 1.000 euro: ecco come funzionerà l’accredito e come si potrà utilizzare l’integrazione

Dal punto di vista operativo, l’erogazione dell’integrazione necessaria per portare la pensione minima a 1000 euro avverrà con le medesime modalità attraverso le quali i pensionati già oggi ricevano la propria pensione ordinaria. In pratica, il contributo erogato dalla Regione andrà ad aggiungersi all’assegno mensile dell’Inps.

Quando arriva la pensione e chi sono i beneficiari

  • Beneficiari. Pensionati titolari di pensioni sociali, assegni sociali e pensioni ordinarie di vecchiaia integrate al minimo, che percepiscono dall’INPS un importo mensile inferiore a 1.000 euro.
  • Tempi. Si prevede di erogare i contributi nei mesi di maggio e giugno 2020